Argento vivo di Stéphane Batut - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 05/2021

Argento vivo


Regia di Stéphane Batut

Uno spettrale vagabondo dal volto angelico si aggira per Parigi a caccia di anime perdute, spiriti non ancora consapevoli d’aver terminato il proprio percorso mortale, e straniti di fronte a un corpo ormai spento. Juste è il loro Caronte, e la barca su cui li traghetta nell’oltremondo è interiore, e ricavata da un ricordo di gioventù che riaffiora dai flutti della memoria. Ma, un giorno, è il suo più prezioso frammento di passato a farsi realtà quando incontra Agathe, donna amata e smarrita dieci anni prima, il primo e ultimo colpo di fulmine. Se l’erranza onirica di Juste ammanta di una patina rarefatta il realismo della capitale attraversata da suggestioni surreali e apparizioni plastiche, la storia d’amore fantasmatica (quasi un rovescio poetico di L’uomo invisibile di Leigh Whannell e, per noi, un’inevitabile rievocazione di “Dylan Dog” n. 19, il capolavoro Memorie dall’invisibile di Sclavi & Casertano) palpita di un eros struggente, che sfida l’oblio e sprezza il ridicolo (l’amplesso notturno si potrebbe facilmente scambiare per una scena tagliata di Ghost). È però nella lunga sequenza finale che Stéphane Batut, alle spalle una carriera da direttore del casting (per Alain Guiraudie, Julie Bertuccelli, Claire Denis) e un corto documentario (Le rappel des oiseaux, registrazione di un rito funebre tibetano), costruisce l’incanto più sublime, incrociando Weerasethakul e l’Assayas di Personal Shopper: un reame interstiziale, un aldilà parallelo dove è il movimento dei vivi a diventare invisibile, un Sottosopra in animazione sospesa e silenziosa che si manifesta dopo un tuffo nell’acqua (L’Atalante non è lontano, e infatti il film si è meritato il premio Jean Vigo all’ACID di Cannes 2019).

Argento vivo (2019)
Titolo originale: Vif-Argent
Regia: Stéphane Batut
Genere: Drammatico/Fantasy - Produzione: Francia - Durata: 104'
Cast: Timothée Robart, Judith Chemla, Djolof Mbengue, Saadia Bentaïeb
Sceneggiatura: Stéphane Batut, Christine Dory, F. Videau

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy