Asia di Ruthy Pribar - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 07/2021

Asia


Regia di Ruthy Pribar

La regista Pribar ha vinto il premio Nora Ephron al Tribeca Film Festival 2020 e nove Oscar israeliani per il suo primo lungo, selezionato (ed escluso) per la statuetta d’oro come miglior film straniero. I consensi critici fioccano per questo film di scuola, compiaciuto della sua maniera impeccabile e un po’ televisiva di inquadrare i volti in primo piano di madre (Alena Yiv) e figlia (Shira Haas, reginetta delle serie) in un duetto dal vibrante rosso ruggine che declina nel verde ospedale (cromatismi dell’est), dove lavora Asia, trentacinquenne fascinosa. Vika, 16 anni, invece, è affetta da distrofia muscolare e non vorrebbe morire vergine, anche se rifiuta le avance pietose di un bel ragazzo arabo. Implacabile la progressiva degenerazione emotiva nell’avanzare della paralisi con un finale che è l’esatto contrario etico-estetico di Million Dollar Baby.

Asia (2020)
Titolo originale: Asia
Regia: Ruthy Pribar
Genere: Drammatico - Produzione: Israele - Durata: 85'
Cast: Alena Yiv, Shira Haas, Tamir Mula, Gera Sandler, Eden Halili, Or Barak, Nadia Tichonova, Mirna Fridman, Tatiana Machlinovski, Evgeny Tarlatzky
Distribuzione: MioCinema

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy