Bergman Island di Mia Hansen-Løve - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv C0/2021

Bergman Island


Regia di Mia Hansen-Løve

Una coppia di cineasti, per scrivere, si reca a Fårö, l'isola in cui Bergman visse e girò tanti dei suoi capolavori. Hansen-Løve irradia suggestioni del maestro svedese (Chris spia tra gli appunti del compagno, come esplorandone le fantasie segrete) nel ritratto di una relazione amorosa che adombra il suo legame con Olivier Assayas, quale campo di confronto, continua ricerca di ascolto, tacita competizione. Mentre il film dischiude la storia per immagini dello script in divenire della protagonista, il gioco di specchi, enfatizzato dai luoghi che nutrirono l'immaginario bergmaniano, diventa abissale, nella progressiva confusione dei livelli e dei personaggi, reali e di finzione. Ma senza intellettualismi: la regista consegna la prismatica narrazione a un leggero e crudele racconto d'estate.

I 400 colpi

LP
7
Bergman Island (2021)
Titolo originale: Bergman Island
Regia: Mia Hansen-Løve
Genere: Drammatico - Produzione: Francia/Belgio/Germania/Svezia/Messico - Durata: 112'
Cast: Tim Roth, Mia Wasikowska, Vicky Krieps, Anders Danielsen Lie, Joel Spira, Gabe Klinger, Wouter Hendrickx, Oscar Reis, Matthew Lessner, Clara Strauch, Teodor Abreu, Kerstin Brunnberg, Felix Berg, Jonas Larsson Grönström, Grace Delrue
Sceneggiatura: Mia Hansen-Løve

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy