Berlin Alexanderplatz di Burhan Qurbani - la recensione di FilmTv

970x250.JPG

Recensione pubblicata su FilmTv B0/2020

Berlin Alexanderplatz


Regia di Burhan Qurbani

Francis (Franz) sopravvive a un naufragio. Incontra lo psicopatico Reinhold, col quale avvia un controverso rapporto. Sulla scena irrompono anche Eva e Mietze, mentre un incidente lo costringe a farsi amputare un braccio. L’arduo tentativo di trasportare ancora una volta sullo schermo il fluviale romanzo di Alfred Döblin, dopo Phil Jutzi e soprattutto la monumentale versione di Fassbinder, sfocia in un effimero e maldestro tentativo di aggiornare personaggi e azioni nella realtà odierna degli immigrati in Europa in modo blandamente descrittivo. Il regista Burhan Qurbani, tedesco di origine afghana, immerge il film in una sballata fascinazione cool, dove niente è mai credibile, a cominciare dallo stesso Francis, specchiandosi in un’estetica appariscente più consona ai neon di Refn e ai corpi di Kechiche.

Berlin Alexanderplatz (2020)
Titolo originale: Berlin Alexanderplatz
Regia: Burhan Qurbani
Genere: Drammatico - Produzione: Germania/Olanda/Francia/Canada - Durata: 183'
Cast: Albrecht Schuch, Martin Wuttke, Jella Haase, Nils Verkooijen, Welket Bungué, Joachim Krol, Annabelle Mandeng, Lukhanyo Bele, Thelma Buabeng, Thomas Lawinky
Sceneggiatura: Martin Behnke, Alfred Döblin

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy