Burning di Lee Chang-dong - la recensione di FilmTv

970x250.JPG

Recensione pubblicata su FilmTv C0/2018

Burning


Regia di Lee Chang-dong

L’innocenza perduta. Il cinema di Lee Chang-dong si muove sempre su una linea di svelamento, di attesa, di scoperta. Tre personaggi, uno scarto sociale dove i quartieri benestanti contrastano con l’abbandonata campagna da dove si sentono i suoni dalla Corea del Nord. A otto anni da Poetry, il cineasta coreano ritrova la forza di un cinema intimo e disperato che aveva segnato lo strepitoso Secret Sunshine. Al posto del lutto c’è il vuoto della scomparsa. Dove i segni della scrittura – Burning è tratto da un romanzo di Murakami – vengono disseminati tra citazioni di Faulkner e reincarnazioni di Gatsby ma poi si frantumano in un cinema che regola i suoi tempi sull’attesa e poi in un thriller voyeuristico e visionario che entra, con l’immagine delle serre bruciate, nella testa del protagonista. Forse gli elementi del romanzo che sta scrivendo.

I 400 colpi

SE
8
Burning (2018)
Titolo originale: Beoning
Regia: Lee Chang-dong
Genere: Drammatico - Produzione: Corea del sud - Durata: 148'
Cast: Ah-in Yoo, Steven Yeun, Jong-seo Jeon, Joong-ok Lee, Ja-Yeon Ok
Sceneggiatura: Lee Chang-dong, Oh Jung-mi
Musiche: Mowg

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy