C'era una volta a... Hollywood di Quentin Tarantino - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 38/2019

C'era una volta a... Hollywood


Regia di Quentin Tarantino

C’era una volta a... Hollywood. Ma la data è precisa: siamo nel 1969. Leonardo DiCaprio interpreta un attore, villain in film western. Brad Pitt è la sua fedelissima controfigura. Intorno a questi personaggi inventati, c’è la storia, quella vera. C’è Sharon Tate, ci sono Roman Polanski, Charles Manson. Si cita Sergio Corbucci. È come se Quentin Tarantino fosse un flâneur, in un malinconico percorso lungo le lost highway della storia e del cinema. Come David Lynch, non ricorda ciò che è stato, ma come avrebbe potuto essere, come avrebbe voluto che fosse stato. La sua è una ricerca del tempo perduto, in linea però con le ucronie che il regista ha elaborato come strategie per confrontarsi con la Storia (ricordate Bastardi senza gloria?). Di fatto, se Jean-Luc Godard rimprovera al cinema di non avere saputo guardare alla Storia - nascosta dal montaggio invisibile del cinema classico - Tarantino la rivela, la evoca come motore primario del suo pensare il cinema. Vuole essere uno storiografo, lo scrittore delle storie di un paese che si è riflesso nel cinema eppure non si è visto. C’era una volta a... Hollywood è un film vertiginoso dalla sinuosa cadenza d’inganno. Come se al regista interessasse solo osservare vivere i propri protagonisti, in infinite e amorose digressioni, consapevole che non esiste altro incantesimo che guardare qualcun altro vivere o... guardare (come nella magnifica scena in cui Margot Robbie/Sharon Tate si riflette nel suo ruolo e nella immagine dell’attrice nel buio del Bruin Theatre). Tarantino sa che oggi solo le maschere e la finzione possono veicolare barlumi di vero (da qui deriva l’incomprensione americana del ritratto «troppo caricaturale» di Bruce Lee e Sharon Tate). C’era una volta a... Hollywood funziona come la camera verde di Truffaut, ma senza il lutto. Per Tarantino, nostalgicamente, è nel cinema che risiede la possibilità di vivere ancora una volta come se il mondo si accordasse ai nostri desideri. E di farlo per sempre. Nel loro vagare dolcemente narcolettico - come fossero sempre strafatti e ubriachi - , i due protagonisti, l’attore e la sua controfigura, tra il mondo falso e quello vero, nel presente assoluto del cinema, sono come Don Chisciotte e Sancho Panza, anche se a tratti evocano l’inconsapevolezza di Rosencrantz e Guildenstern. È una fiaba, questa (C’era una volta...), ma anche un film di vendetta fantastico, in cui saldare il conto con Manson post mortem. È come se Tarantino penetrasse nell’Ade del cinema - che per lui assomiglia proprio al cinema di ieri - per salvare se stesso e il cinema stesso, la storia, le vittime di un uomo che diceva di essere Gesù ma in fondo era il diavolo. Oggi come oggi la libertà del regista è assoluta. La sua maestria tecnica pure (lo rivelavano i suoi collaboratori in un entusiasmante servizio di “American Cinematographer”, che consigliamo di recuperare). C’era una volta a... Hollywood fa della vera e propria antropologia culturale, una storia della cultura, come detto, in forma di fiaba. E nel farlo Tarantino crea il suo film più bello, più libero di sempre. Da oggi - pensiamo - l’aggettivo “tarantiniano” avrà un significato completamente diverso. 

I 400 colpi

AA
8
PA
9
PMB
6
MC
10
AC
9
FDM
7
SE
9
IF
8
AF
8
MG
9
RM
7
MM
9
EM
7
FM
10
RMO
9
EMO
5
GAN
10
LP
7
ES
10
GS
9
RS
9
FT
8
media
8.3
C'era una volta a... Hollywood (2019)
Titolo originale: Once Upon a Time... in Hollywood
Regia: Quentin Tarantino
Genere: Commedia/Thriller - Produzione: Usa/Gb/Cina - Durata: 161'
Cast: Leonardo DiCaprio, Brad Pitt, Margot Robbie, Emile Hirsch
Distribuzione: Sony Pictures Italia/Warner Bros. Italia
Sceneggiatura: Quentin Tarantino
Montaggio: Fred Raskin
Fotografia: Robert Richardson

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


C'era una volta a... Hollywood» Cinerama (n° C0/2019)
Speciale Lost Highway Tarantino -...» Speciale (n° 22/2019)
1969 Allarme a Hollywood» Servizi (n° 38/2019)
C'era una volta... il cinema» Servizi (n° 39/2019)
Tarantino fuori dal tempo» Locandine (n° 01/2020)

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy