Caina di Stefano Amatucci - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 22/2018

Caina


Regia di Stefano Amatucci

Caina, ovvero la cronaca in forma d’apologo. Il regista, Stefano Amatucci, lasciandosi suggestionare dalle pagine dell’omonimo romanzo di Davide Morganti (coinvolto in fase di sceneggiatura) fa della protagonista, che nel libro era una killer della camorra perseguitata dalle voci dei morti ammazzati, una “trovacadaveri”, ovvero una donna che, seguendo le leggi dello stato, raccoglie i corpi annegati dei migranti per portarli in un apposito centro e farne cemento. L’idea di esasperare in chiave distopica la più incalzante delle urgenze, adottando come colpo d’occhio quello di un animo xenofobo, è una scelta interessante ma sviluppata in maniera troppo programmatica. Scegliendo poi il registro della favola allegorica il film si appesantisce di toni sermoneggianti dal fine spiccatamente pedagogico.

I 400 colpi

MM
5
Caina (2016)
Titolo originale: -
Regia: Stefano Amatucci
Genere: Drammatico - Produzione: Italia - Durata: 89'
Cast: Luisa Amatucci, Helmi Dridi, Isa Danieli, Nadia Kibout, Mario Porfito, Gabriele Saurio
Distribuzione: mOOviOOle
Sceneggiatura: Stefano Amatucci, Davide Morganti

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy