Conversazione su Tiresia. Di e con Andrea Camilleri di Roberto Andò, Stefano Vicario - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 45/2018

Conversazione su Tiresia. Di e con Andrea Camilleri


Regia di Roberto Andò, Stefano Vicario

Ormai novantatreenne, costretto dalla cecità, Camilleri sente l’esigenza non tanto di capire quanto di intuire l’eternità. Per farlo sceglie un luogo, il teatro greco di Siracusa, ma soprattutto un personaggio, Tiresia (anch’egli cieco ma costretto dagli dèi a prevedere, da interpretare e raccontare attraverso le parole di quanti lo hanno narrato nei secoli), sopravvissuti all’oblio. Camilleri, di fronte a 4.000 spettatori, scivola disinvoltamente dai versi di Omero alle terzine dantesche, fino al discorso ideogrammatico di Ezra Pound, alla terra desolata di Eliot e poi, ancora, alle pagine di Pavese (Dialoghi con Leucò) e di Levi (La chiave a stella). Andò e Vicario documentano diligentemente la serata; ma le immagini non servono poi a molto: Conversazione su Tiresia è, in (buona) sostanza, un’interpretazione per sola voce.

I 400 colpi

MM
6
Conversazione su Tiresia. Di e con Andrea Camilleri (2018)
Titolo originale: -
Regia: Roberto Andò, Stefano Vicario
Genere: Documentario - Produzione: Italia - Durata: 90'
Distribuzione: Nexo Digital
Musiche: Roberto Fabbriciani
Fotografia: Filippo Genovese

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy