Doppia pelle di Quentin Dupieux - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 24/2020

Doppia pelle


Regia di Quentin Dupieux

Nonostante l’inutile tentativo della pandemia di bloccare la sua uscita, ecco il primo Dupieux a essere distribuito in Italia. Come sempre, la storia d’un mondo sottosopra. Che è quello che c’è già. Per capirlo, torniamo ad Alfred Jarry e a Gesta e opinioni del dottor Faustroll, patafisico: «La patafisica sarà soprattutto la scienza del particolare [...] e descriverà un universo che si può vedere e che forse si deve vedere al posto del tradizionale». Detto. Fatto. Rifatto. Un uomo in fuga, l’innamoramento per un capo in pelle di daino, l’incontro con una barista/montatrice, la scelta nonsense d’improvvisarsi filmmaker, l’ossessione d’essere l’unico possessore di una giacca, il desiderio d’indossare solo indumenti in daino, e di filmare tutto. Omicidi compresi. Insiste su particolari, Dupieux, su caratteri già presenti nel mondo che conosciamo, e descrive un universo che possiamo già vedere dentro quello tradizionale: un’ideologia del narcisismo, del dominio degli oggetti che s’animano da sé (forse non i capi d’abbigliamento, ma le telecamere sì…), della rivalsa (anche violenta) degli incompetenti. Solo che non fa satira, non cerca nel distacco giudicante un alibi intellettuale: costruisce una realtà dalle gerarchie leggermente modificate, esaspera nei personaggi certe tendenze del presente e, come ogni surrealista serio sa di dover fare (ricordate Buñuel?), a tutto questo ci crede. Girando questo film-nevrosi con un’economia formale limpida, che era figlia della lingua sintetica dei videoclip e oggi è prossima al classico. Cinema demente? Certo. E più acuto e sensibile del 90% di quello che si considera “d’autore”.

I 400 colpi

AB
7
PMB
6
CBO
8
MSC
8
ADG
7
FDM
7
IF
7
MG
7
MM
7
EM
6
FM
7
RMO
8
GAN
7
LP
9
ES
8
GS
8
FT
7
media
7.3
Doppia pelle (2019)
Titolo originale: Le daim
Regia: Quentin Dupieux
Genere: Grottesco - Produzione: Francia - Durata: 77'
Cast: Jean Dujardin, Adèle Haenel, Albert Delpy, Coralie Russier, Pierre Gommé, Laurent Nicolas, Coralie Russier, Stephane Jobert, Franck Lebreton, Marie Bunel, Panayotis Pascot
Sceneggiatura: Quentin Dupieux

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


Le mutazioni di un amatore -...» Interviste (n° 24/2020)

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy