Ema di Pablo Larraín - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 35/2020

Ema


Regia di Pablo Larraín

A Valparaiso, Cile, «tra la cordigliera e l’oceano», Ema è una madre, una sorella, una figlia, un’amante, una moglie, una ballerina. «Ed è il sole», dice Larraín. Perché tutto gira intorno a lei e al suo obiettivo: riprendersi Polo, figlio di un’adozione fallita, restituito ai servizi sociali, affidato a una nuova coppia, borghese, eterosessuale, fedele, sì; ma fino a Ema. Per ricostruire una famiglia, la sua, col bimbo piromane, col compagno coreografo, con le compagne di ballo, con tutti quelli che ama ma di cui non è innamorata, Ema deve riscrivere l’idea di famiglia che conosciamo, essere Terence Stamp in Teorema, distruggere per costruire di nuovo. Se brucia un semaforo, nella prima immagine, è perché il traffico qui scorre secondo regole proprie, si muove al muoversi della sua giovane in fiamme, segue i passi di reggaeton, e il film la ammira, la emula, batte al suo battito, balla con lei, parla il suo linguaggio (che è quello del videoclip ben prima che del cinema d’essai). Guarda oltre se stesso, Larraín, oltre storia e marche d’autore, racconta una donna nuova, la mostra a frammenti (per questo non segue il suo iter cronologicamente: non vuole l’empatia, il dramma, non vuole che la si comprenda e la si riduca a nostra abituale misura) e prova a guardarla riscrivere il mondo, mentre lui mette in gioco il suo cinema: individualista e in grado d’amare una moltitudine, determinata e aperta a tutto e chiunque, informa un film che prova a essere contemporaneo, un’ipotesi di futuro con una nuova morale, contro l’autorità dell’arte, del politicamente corretto, dell’ideologia femminista, del film da festival, dello sguardo d’autore.

I 400 colpi

AB
8
PMB
7
CBO
9
MC
4
MSC
7
AC
8
ADG
7
FDM
7
SE
7
IF
7
MG
8
RM
8
MM
7
FM
8
RMO
8
GAN
6
LP
7
ES
7
GS
8
RS
5
FT
9
media
7.2
Ema (2019)
Titolo originale: Ema
Regia: Pablo Larraín
Genere: Drammatico - Produzione: Cile - Durata: 107'
Cast: Mariana Di Girolamo, Gael García Bernal, Santiago Cabrera, Paola Giannini, Cristián Suárez, Giannina Fruttero, Josefina Fiebelkorn, Mariana Loyola, Catalina Saavedra, Paula Luchsinger
Distribuzione: Movies Inspired
Sceneggiatura: Guillermo Calderón, Pablo Larraín, Alejandro Moreno

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


Ema» Cinerama (n° V0/2019)

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy