Foxtrot - La danza del destino di Samuel Maoz - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 12/2018

Foxtrot - La danza del destino


Regia di Samuel Maoz

Film in tre atti su una danza in quattro tempi, Foxtrot è anche la lettera F nell’alfabeto militare e la doppia valenza del titolo indica un punto in comune tra le due cose: come il ballerino di foxtrot torna sempre al punto di partenza, così Israele non sa uscire da una guerra permanente. Il protagonista è un architetto che non si è mai perdonato per aver tradito la fiducia di sua madre, sopravvissuta all’Olocausto, e suo figlio ne ha tratto una sorta di fumetto (realizzato da Asaf Hanuka di K.O. a Tel Aviv e animato come motion comic). L’uomo cova anche un’altra colpa e ha ritenuto di essere stato graziato da dio solo con la nascita del figlio, di cui però all’inizio del film gli viene comunicata la morte. Anche il fato dunque disegna un quadrato senza uscita come i passi del foxtrot. I tre atti del racconto sono articolati secondo stili diversi: il primo di raffinata simmetria fin dall’architettura della casa, infranta nel secondo ambientato in un container fuori asse, che sta sprofondando nel terreno fangoso. Qui vivono i militari di un posto di blocco in mezzo al nulla, dove quasi solo un fatale dromedario attraversa la strada. Infine si torna al padre del soldato, la cui casa è però ora più disordinata e liberatoria per le emozioni dei protagonisti. Il soldato ballerino è Itay Exlroad della Batsheva Ensemble, mentre il protagonista è Lior Ashkenazi, tra gli attori più apprezzati in Israele, dove il film è stato attaccato dal governo per il suo contenuto politico. Foxtrot ha il solo difetto di essere un teorema troppo perfetto, ma d’altra parte è proprio la quadratura a costituirne il senso.

I 400 colpi

PA
7
PMB
5
MC
6
AC
6
AF
9
RM
7
MM
6
GAN
6
LP
7
GS
7
RS
6
FT
4
media
6.3
Foxtrot - La danza del destino (2017)
Titolo originale: Foxtrot
Regia: Samuel Maoz
Genere: Drammatico - Produzione: Israele/Francia/Germania/Svizzera - Durata: 113'
Cast: Lior Ashkenazi, Sarah Adler, Dekel Adin, Yehuda Almagor, Shaul Amir
Distribuzione: Academy Two
Sceneggiatura: Samuel Maoz
Musiche: Ophir Leibovitch, Amit Poznanky
Montaggio: Arik Lahav Leibovich, Guy Nemesh
Fotografia: Giora Bejach

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


Foxtrot» Cinerama (n° V0/2017)
Il film» Servizi (n° 11/2018)
Gli autori» Servizi (n° 11/2018)
Le curiosità» Servizi (n° 11/2018)

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy