Gauguin di Edouard Deluc - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 37/2020

Gauguin


Regia di Edouard Deluc

È un Gauguin tardo e sfatto quello del biopic di Deluc, e insieme il più noto al pubblico: quello che, dal 1891 al 1903, si avventura in Polinesia, come da imperativo della pittura en plein air, alla ricerca di un primitivismo vagheggiato e di un’“infanzia dell’umanità” che tradisce più la tara evoluzionistica dell’artista che la sua insofferenza alla morale borghese. Cassel, incasinato e scostante, calca la mano sul lato incompreso e maudit, ma a bucare lo schermo è la sua musa tahitiana, venere nera costretta a estenuanti sedute di pittura, amata come si amano le cose belle. Di questa si riportano le sofferenze, giocando a imitare la grazia trasognata di Il nuovo mondo, ma nella celebrazione del genio si cela il sospetto di uno sguardo troppo complice, troppo assolutorio.

Gauguin (2017)
Titolo originale: Gauguin - Voyage de Tahiti
Regia: Edouard Deluc
Genere: Biografico - Produzione: Francia - Durata: 102'
Cast: Vincent Cassel, Tuheï Adams, Malik Zidi, Pua-Taï Hikutini, Pernille Bergendorff, Marc Barbé, Paul Jeanson, Cédric Eeckhout, Samuel Jouy, Scali Delpeyrat
Distribuzione: Draka Distribution/Conform/Prism
Sceneggiatura: Edouard Deluc, Etienne Comar, Thomas Lilti, Sarah Kaminsky

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy