Gelsomina Verde di Massimiliano Pacifico - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 17/2021

Gelsomina Verde


Regia di Massimiliano Pacifico

Pare l’appellativo di una fata, ma è a ben altro tipo di storia che si lega il nome di Gelsomina Verde, colpevole d’aver brevemente amato un camorrista e per questo torturata e uccisa dai rivali durante la Prima faida di Scampia. Per raccontarne la morte, Pacifico lascia fuori campo la città - e l’immaginario stilizzato che la periferia si porta meccanicamente in dote - chiudendo il film nello spazio laboratoriale di una villa in cui si tengono le prove dello spettacolo dedicato a Gelsomina, in una fertile sovrapposizione dei due linguaggi. Perché sia tale, il re-enactement deve produrre nuovo senso, ed è proprio questo che accade quando l’acceso monologo del fratello collassa su quello più dimesso dell’attore che lo interpreta, vibrando all’unisono della stessa commozione.

Gelsomina Verde (2019)
Titolo originale: -
Regia: Massimiliano Pacifico
Genere: Docufiction - Produzione: Italia - Durata: 78'
Cast: Maddalena Stornaiuolo, Pietro Casella, Giuseppe D'Ambrosio, Margherita Laterza, Davide Iodice, Francesco Lattarulo, Maddalena Stomaiulo, Francesco Verde
Distribuzione: Pablo
Sceneggiatura: Dario De Natale, Massimiliano Pacifico

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy