Glassboy di Samuele Rossi - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 05/2021

Glassboy


Regia di Samuele Rossi

Il dodicenne Pino osserva dalla finestra il mondo che gli è precluso da una rara malattia genetica e dalle ansie genitoriali. La stessa sorte della protagonista del teen romance Noi siamo tutto, ma per lui a cambiare le cose sono quattro coetanei perdenti, gli Snerd, con cui intreccia un’amicizia ostacolata dai semi-villain Loretta Goggi e Massimo De Lorenzo. L’aria che tira nel film di Samuele Rossi (dal libro di Fabrizio Silei Il bambino di vetro) è quella di I Goonies e dell’ormai paradigmatico Stranger Things; l’esperimento (praticato anche dall’ultimo Soavi in La Befana vien di notte) di un film per ragazzi tra avventura educativa e colorata naïveté si fa voler bene nonostante l’impaccio di una recitazione legnosa e di una composizione narrativa sfilacciata.

Glassboy (2020)
Titolo originale: -
Regia: Samuele Rossi
Genere: Commedia - Produzione: Italia/Svizzera/Austria - Durata: 96'
Cast: Andrea Arru, Roberto Barbolini, Massimo De Lorenzo, Loretta Goggi, Giorgio Colangeli
Distribuzione: Solaria Film/Minerva Pictures
Sceneggiatura: Samuele Rossi

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


Intervista a Samuele Rossi» Interviste (n° 04/2021)

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy