Gloria Mundi di Robert Guédiguian - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv V0/2019

Gloria Mundi


Regia di Robert Guédiguian

Ancora Marsiglia, sempre Marsiglia, città che in Guédiguian definisce l’universo intimo del regista e al tempo stesso il mondo intero, i suoi cambiamenti e i suoi conflitti. Dell’Eustache in Gloria Mundi non v’è traccia, solo quartieri dormitorio e vie del centro invase da insegne; e pure i lavoratori hanno dimenticato ogni forma di lotta o condivisione. Resiste la famiglia, che nel film è lacerata dalla disoccupazione e dal tradimento, ma salvata dalla nascita di una bambina... Lo sguardo del regista è nel personaggio di Gérard Meylan, che esce di prigione e dopo vent’anni non riconosce nulla: troppo facile, però, sperare che bastino ancora un triangolo sentimentale, un conflitto fra vecchi e giovani, o fra approfittatori e falliti, per raccontare cosa è oggi il capitalismo e cosa n’è stato della classe operaia.

I 400 colpi

RM
5
Gloria Mundi (2019)
Titolo originale: Gloria Mundi
Regia: Robert Guédiguian
Genere: Drammatico - Produzione: Francia/Italia - Durata: 107'
Cast: Ariane Ascaride, Jean-Pierre Darroussin, Gérard Meylan, Anaïs Demoustier, Robinson Stévenin, Lola Naymark, Grégoire Leprince-Ringuet, Angelica Sarre, Pauline Caupenne, Yann Trégouët
Sceneggiatura: Robert Guédiguian, Serge Valletti

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy