Human Flow di Ai Weiwei - la recensione di FilmTv

414_TIM.JPG

Recensione pubblicata su FilmTv V0/2017

Human Flow


Regia di Ai Weiwei

Rifugiati che approdano in Europa fuggendo da Siria, Iraq o Africa Centrale. Gente di etnia rohiyngia cacciata dal Manyamar. Curdi in lotta con il governo turco. Il più grande campo d’accoglienza del mondo in Uganda. E poi Gaza, il muro tra Usa e Messico e gli sfollati di Mosul. Ai Weiwei filma gli infiniti volti della più grande migrazione di massa dal secondo dopoguerra. Una tragedia umanitaria. Il problema del suo film non è ovviamente il cosa: ma il come, e soprattutto il perché, dal momento che l’artista cinese non perde occasione di mostrarsi e togliere visibilità ai suoi oggetti di sguardo. In 140’ non c’è una storia, una pausa o un momento d’ascolto in cui le persone filmate, da profughi, rifugiati o immigrati, diventino semplicemente esseri umani.

I 400 colpi

PA
2
MC
8
RM
4
MM
5
GAN
1
LP
5
GS
3
RS
8
FT
3
Human Flow (2017)
Titolo originale: Human Flow
Regia: Ai Weiwei
Genere: Documentario - Produzione: Germania - Durata: 140'
Cast: -

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


Human Flow - Intervista a Ai Weiwei» Interviste (n° 35/2017)
Human Flow» Cinerama (n° 39/2017)
Le tragedie di Narciso» Servizi (n° 40/2017)

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy