Il buco di Michelangelo Frammartino - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv V0/2021

Il buco


Regia di Michelangelo Frammartino

Una controstoria dell’Italia. O forse no. Nel 1961, a 100 anni dall’Unità nazionale, in un clima di spensierato espansionismo, mentre a Milano è in corso la costruzione del palazzo Pirelli, l’allora grattacielo più alto d’Europa, un gruppo di speleologi (accompagnati dai pastori, uniche guide di un territorio ancora incontaminato) si immerge in buco sull’altopiano calabrese del Pollino, porta dell’Abisso del Bifurto, che si scoprirà essere una delle grotte più profonde del mondo. A una tensione verticale Frammartino contrappone una nuova visione abissale. L’inesplorato si rivela, ma il mistero fino allora tramandato, una volta mappato, inevitabilmente s’inceppa e muore (come suggerisce il montaggio alternato che ci mostra la progressiva discesa e l’avanzante malattia che colpisce uno degli “stalker”). La leggenda lascia il passo alla storia.

I 400 colpi

MM
9
Il buco (2021)
Titolo originale: -
Regia: Michelangelo Frammartino
Genere: Drammatico/Sperimentale - Produzione: Italia/Francia/Germania - Durata: 93'
Cast: Paolo Cossi, Jacopo Elia, Denise Trombin, Claudia Candusso, Mila Costi, Carlos José Crespo, Federico Gregoretti, Antonio Lanza, Nicola Lanza, Leonardo Larocca, Giovanbattista Sauro, Angelo Spadaro, Enrico Troisi, Luca Vinai, Leonardo Zaccaro
Distribuzione: Lucky Red
Sceneggiatura: Michelangelo Frammartino, Giovanna Giuliani

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy