Il codice del babbuino di Davide Alfonsi, Denis Malagnino - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 20/2018

Il codice del babbuino


Regia di Davide Alfonsi, Denis Malagnino

Viaggio al termine della notte a Guidonia. Piccola mala male assortita: Tiberio, giovane testa calda assetato di vendetta per lo stupro della fidanzata (è solo una posa?), e Denis, pieno di “buffi”, famiglia a carico. In più, il Tibetano, boss sardonico, che monta il primo (con la scusa di aiutarlo nella vendetta) e umilia ripetutamente il secondo. Sembra genere, ma non lo è. O forse sì. Lungi dal pop crime romano alla moda, quel che resta del collettivo indie Amanda Flor (La rieducazione) gira in diretta e in loco, tra campagne e periferie tutte uguali, quasi sempre in auto. E sempre addosso ai personaggi, che nemmeno il cinema può salvare ormai («Tutte le volte che vado ar cesso, me leggo il Mereghetti!» chiosa il “cinefilo” Tibetano nella discussione su Scarface). Un po’ si segue, un po’ si boccheggia. Onore al merito, però.

I 400 colpi

RMO
6
Il codice del babbuino (2018)
Titolo originale: -
Regia: Davide Alfonsi, Denis Malagnino
Genere: Drammatico/Thriller - Produzione: Italia - Durata: 81'
Cast: Denis Malagnino, Tiberto Suma, Stefano Miconi Proietti, Marco Pocetta, Fabio Sperandio, Alessandra Ronzon, Cristina Morar
Distribuzione: Indipendente
Sceneggiatura: Davide Alfonsi, Denis Malagnino

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy