Il mio corpo di Michele Pennetta - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 08/2021

Il mio corpo


Regia di Michele Pennetta

Un film che sfida le definizioni classiche: né finzione, né documentario (classico). Pennetta racconta - meglio: osserva - le vite parallele di due ragazzi che il mondo non contempla. Uno raccoglie ferro nelle discariche, l’altro, nigeriano, vive all’ombra di una chiesa. Entrambi sono esclusi. La potenza filmica dello sguardo di Pennetta, che s’incarna nelle immagini di Paolo Ferrari, crea una musica simbolica e mitologica trasfigurando il dato reale in un potente atto di testimonianza (quindi presenza). La macchina da presa si fa presente ai corpi che racconta, così questi ultimi sono offerti all’immagine. Pennetta osa pensare un cinema trascendentale, nel quale la dignità s’incarna solenne nei corpi e nelle immagini come un altro reale. Una possibilità di vita, resa tangibile dal cinema.

Il mio corpo (2020)
Titolo originale: -
Regia: Michele Pennetta
Genere: Documentario - Produzione: Italia/Svizzera - Durata: 82'
Distribuzione: Antani/Kio Film
Montaggio: Orsola Valenti, Damian Plandolit
Fotografia: Paolo Ferrari

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


Intervista a Michele Pennetta» Interviste (n° 08/2021)

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy