Il mondo in una stanza - Piera Oppezzo poeta di Luciano Martinengo - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 12/2019

Il mondo in una stanza - Piera Oppezzo poeta


Regia di Luciano Martinengo

La sua figura compare su uno dei Quadri specchianti realizzati negli anni 60 da Michelangelo Pistoletto, ed è suggestivo credere che questa partecipazione abbia condizionato la sua esistenza: costretta a essere un’immagine riflessa, vacillante e sparpagliata, e, per questo, imprendibile. Parliamo della poetessa Piera Oppezzo, un’intellettuale schiva, orgogliosa e per questo dimenticata. Rinchiuse il suo mondo in una stanza dove trascorse lunghe giornate di esasperata quotidianità, riempiendole di microemozioni (il romanzo Minuto per minuto ne è la testimonianza). Il doc di Martinengo parte da questa assenza e, attraverso voci e ricordi di chi l’ha frequentata, cerca di ritrovarne la presenza. Anche se alla fine l’essenza della sua esistenza è racchiusa nei versi che ha lasciato, esattamente lì dove il film si arresta.

I 400 colpi

MM
6
Il mondo in una stanza - Piera Oppezzo poeta (2019)
Titolo originale: -
Regia: Luciano Martinengo
Genere: Documentario - Produzione: Italia - Durata: 54'
Distribuzione: Indipendente
Musiche: Gaetano Liguori, Paolo Verga
Montaggio: Valerio Finessi
Fotografia: Valerio Finessi

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy