Il senso della bellezza di Valerio Jalongo - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 46/2017

Il senso della bellezza


Regia di Valerio Jalongo

«La natura ama nascondersi», recita il frammento più significativo che ci ha lasciato scritto Eraclito. In questo momento di lacerante disorientamento gli scienziati devono andare oltre ciò che vedono, o meglio oltre ciò che non riescono a vedere, e affidarsi all’intuito e all’immaginazione, approciare il mistero come farebbero gli artisti, diventare dei visionari. È questo il senso dell’operazione compiuta dal regista Valerio Jalongo, dedicata alla ricerca del CERN di Ginevra sulla misteriosa energia che anima l’universo. Una ricerca mai asservita a finalità pratiche. Il regista sceglie di affrontare il discorso procedendo per accumulo, tanto sul piano contenutistico, così da risultare eccessivamente verboso, quanto su quello visivo, scadendo nella pedanteria di uno sguardo estatico, lezioso, spesso patinato.

I 400 colpi

MM
5
Il senso della bellezza (2017)
Titolo originale: -
Regia: Valerio Jalongo
Genere: Documentario - Produzione: Svizzera/Italia - Durata: 75'
Distribuzione: Officine Ubu
Musiche: aria Bonzanigo, Carlo Crivelli
Montaggio: Massimo Fiocchi
Fotografia: Leandro Monti, Alessandro Pesci

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy