Isis, Tomorrow - The Lost Souls of Mosul di Francesca Mannocchi, Alessio Romenzi - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 38/2018

Isis, Tomorrow. The Lost Souls of Mosul


Regia di Francesca Mannocchi, Alessio Romenzi

Nella virgola che separa l’ISIS dal domani ci sono centinaia di migliaia di vite. Quelle dei minorenni che hanno vissuto a Mosul durante l’occupazione da parte dello stato islamico, spesso reclutati come bimbi soldato; quelle dei detenuti ex membri dell’ISIS reclusi in condizioni disumane dopo la liberazione della città; quelle delle vedove e degli orfani dei combattenti del califfato, privati dei documenti e dei diritti fondamentali. Il film, presentato Fuori concorso a Venezia 2018, si occupa del dopo, delle macerie non solo fisiche di una città: l’ISIS può essere sconfitto, ma l’odio e la ferocia sono immutati, equamente divisi sui due fronti del conflitto, riversati su chi ha la colpa di essere figlio o fratello di un membro dello stato islamico. E a raccontarlo sono i più piccoli, ragazzini di al massimo 16 anni aizzati all’odio dall’ISIS, o all’odio contro l’ISIS, educati alla cultura della morte, reclutati, spesso uccisi dai militari che pur di liberare la città, raccontano, sparavano anche ai minori, pregando di non doverne uccidere altri. Puntare la macchina da presa sui bambini è una scelta coraggiosa quanto ardua, che i registi perseguono dimostrando consapevolezza dei rischi. Perché il punto resta sempre quel tomorrow, l’oggetto del film è il futuro di una città e di un paese, non i volti feriti dei bimbi: il punto è l’avvenire che è stato scelto per loro. I figli dell’ISIS privati della possibilità di studiare, gli orfani che si dichiarano pronti a uccidere per vendetta non possono costruire nulla di diverso dall’unica realtà che conoscono, fatta di odio e di miseria: questa generazione è il domani, ma non sa far altro che replicare il passato.

I 400 colpi

AC
7
IF
7
media
7.0
Isis, Tomorrow. The Lost Souls of Mosul (2018)
Titolo originale: Isis, Tomorrow. The Lost Souls of Mosul
Regia: Francesca Mannocchi, Alessio Romenzi
Genere: Documentario - Produzione: Italia/Germania - Durata: 80'
Distribuzione: ZaLab
Musiche: Andrea Ciccarelli
Montaggio: Emanuele Svezia, Sara Zavarise
Fotografia: Francesca Mannocchi, Alessio Romenzi

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


Intervista a Francesca Mannocchi e...» Interviste (n° 38/2018)

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy