L'Arminuta di Giuseppe Bonito - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 42/2021

L'Arminuta


Regia di Giuseppe Bonito

Pelle bianca, capelli rossi, la tredicenne entra nell’inquadratura come un’intrusa, tutto intorno è grigio, la casa, il paesaggio, le facce. È l’estate del 1975 in Abruzzo, e lei passa da una spiaggia pop e una vita agiata alla misera campagna, e dai vestiti color pastello agli stracci scoloriti di una famiglia sconosciuta, la sua. Senza nome, l’arminuta, “quella che ritorna”, esce dalle pagine del romanzo (premio Campiello 2017) di Donatella di Pietrantonio, che firma anche la sceneggiatura (insieme a Monica Zapelli) e racconta di una ragazzina (Sofia Fiore) restituita ai veri genitori per motivi misteriosi. Madri e padri delle due diverse classi sociali hanno qualcosa in comune, sono adulti algidi e crudeli, se si avvicinano è per frustare con la cinghia o lasciar piangere il neonato con le dita incastrate nelle sbarre della culla. Giuseppe Bonito nelle sue precedenti e premiate regie, Pulce non c’è (2012) e Figli (2020), toccava il tema degli abusi fisici e mentali sui piccoli, e anche qui in uno stile essenziale (sopraffatto da una musica straziante di violini) segue le avventure della preadolescente, oggetto di attrazione morbosa per il fratello diciottenne. La vera madre (Vanessa Scalera) ha un’unica espressione luttuosa ancor prima del lutto, e un unico sorriso quando la figlia, data da allevare appena nata alla coppia di parenti benestanti, risulta la prima della classe. Niente, però, salva l’arminuta da smarrimento e dolore, nessuno la vuole, a parte una sorellina buffa e intraprendente (Carlotta De Leonardis). L’azione ruota intorno alla tavola imbandita, il pranzo sembra il luogo eletto di molto cinema italiano, il momento di massima suspense.

L'Arminuta (2021)
Titolo originale: -
Regia: Giuseppe Bonito
Genere: Drammatico - Produzione: Italia - Durata: 110'
Cast: Sofia Fiore, Vanessa Scalera, Fabrizio Ferracane, Elena Lietti, Carlotta De Leonardis
Distribuzione: Lucky Red
Sceneggiatura: Monica Zapelli, Donatella Di Pietrantonio

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy