L'intrusa di Leonardo Di Costanzo - la recensione di FilmTv

970x250_TIM.JPG

414_TIM.JPG

Recensione pubblicata su FilmTv 39/2017

L'intrusa


Regia di Leonardo Di Costanzo

Napoli. La Masseria è un giardino per bambini, un doposcuola ricreativo, un luogo di crescita. Un riparo dalla mafia, la possibilità di un’isola. Giovanna - forse 50 anni, gli abiti prammatici degli eroi privi di medaglie, il piglio operaio di chi pensa soprattutto a risolvere i problemi, perché la sua morale è ferma, non questionabile - ne è la fondatrice, la guida di persone che si consacrano, giorno dopo giorno, al progetto, alla sua faticosissima utopia. Il doposcuola è una prova di stato. L’intrusa è Maria: s’è presentata a Giovanna come moglie d’un camorrista abbandonata dal consorte, come madre sola di una bimba di dieci anni. È stata accolta. Suo marito s’è nascosto in quel luogo che cerca d’esser puro, è stato scoperto, messo in carcere. L’intrusa è la camorra. Eppure no, Maria non è la camorra. Non lo è nemmeno Rita, la figlia. Giovanna lo sa. Sa che se esiste, La Masseria, è per salvaguardare donne e bimbe come quelle. Per sostuire un’idea di mondo a quella precedente, sporca suo malgrado, collusa coattamente. Per interrompere una genealogia di colpe. Per creare una discontinuità. Un’isola. Ma come convincere le madri e i bimbi ad accogliere nuovamente, laicamente, la figliola prodiga e bisognosa? Come far cambiare idea agli insegnanti e al preside, alle persone che in quell’isola ci credono da tempo, ogni giorno, e che ora la sentono troppo simile alla terraferma, a Gomorra? Giovanna ci prova, ad ampliare i limiti di questo laboratorio comunitario. Di Costanzo racconta questo provarci. Prima, nelle periferie di Napoli, raccoglie confessioni, cronache, testimonianze. Poi le elabora in una sceneggiatura (non c’è niente che non sia scritto, qui dentro). Gira con non professionisti (eccetto Raffaella Giordano, ballerina e coreografa) storie che potrebbero essere la loro, ma non lo sono. Ed è importante. Sceglie la fiction. Lui, uno dei padri dell’attuale nouvelle vague «del reale», un maestro (Prove di stato, A scuola, Odessa, Cadenza d’inganno). Gira con lo stesso sguardo di sempre, come stesse girando un doc, ed è per questo che la scrittura si sente. Risuona. E stride. Se in tanti, tantissimi, oggi producono «cinema del reale», contaminando finzione e documentario, sperimentando sull’auto-messinscena dei protagonisti, portando il racconto a un punto di crisi identitaria, Di Costanzo finisce per scegliere il cinema di fiction come riserva etica. Sceglie la discontinuità. L’utopia, l’isola. È la fiction, L’intrusa. La questione è morale: rifiuta il re-enactment, non chiede di rimettere in scena la propria esistenza, non mette i protagonisti nella possibilità di sfruttare le proprie sventure, nega loro i sogni di Reality di Garrone, sta lontano dalle criticità del cinema di Rosi e Minervini. Sceglie con i suoi interpreti di descrivere un ambiente difficile e racconta con loro una storia esemplare. Che possa essere universale, napoletana come parigina, e mettere in luce l’intrico dei conflitti, non risolverli in un semplice lieto fine. Pochi primissimi piani: preferisce tendere ai sentimenti del campo medio. E reclamare il pudore di chi sa che il cinema è sempre un intruso. È lucido. E limpido. Non può cambiare lo stato delle cose. Non direttamente. Ma non vuole farlo nemmeno per finta. 

I 400 colpi

PA
6
PMB
7
MC
6
SE
7
IF
6
MG
7
RM
7
MM
7
EM
7
RMO
6
GAN
9
LP
6
GS
7
RS
6
FT
7
L'intrusa (2017)
Titolo originale: -
Regia: Leonardo Di Costanzo
Genere: Drammatico - Produzione: Italia - Durata: 95'
Cast: Raffaella Giordano, Valentina Vannino, Marcello Fonte, Martina Abbate, Anna Patierno, Gianni Vastarella, Flavio Rizzo, Maddalena Stornaiuolo, Riccardo Veno, Emma Ferulano, Flora Faliti

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


Cannes 2017: La Quinzaine des...» Interviste (n° 20/2017)

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy