La brava moglie di Martin Provost - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 25/2021

La brava moglie


Regia di Martin Provost

Paulette (Juliette Binoche) nella sua scuola insegna alle ragazze a diventare mogli e casalinghe perfette: se la morte del marito segna la sua rovina economica, un tentativo di suicidio di una studentessa le provoca una crisi di coscienza. Indossati i pantaloni (non solo metaforicamente), archivierà tutti i discorsi di convenienza su cui fondava la sua didattica («una donna senza corredo è una donna senza futuro») e condurrà le sue allieve sulla strada della rivoluzione. Provost stavolta aggancia la sua consueta riflessione sulla condizione femminile a un’operazione di recupero della commedia francese di tradizione: così concepisce a tavolino un campione di cinéma de papa e ne espone il tacito pensiero retrivo. In questo paradigma - attualizzato, e perciò messo in crisi -, come avveniva anche in Potiche – La bella statuina di Ozon, la protagonista prende coscienza di sé e, dopo averlo incarnato, smentisce il modello della donna-gingillo per arrivare a emanciparsi: è il 1968, una nuova onda sta per sommergere tutto. Ma se in Ozon la teoria non è mai scissa da una pratica di genere che funzioni di per sé, Provost è ripiegato sui postulati del suo teorema: il risultato è un esercizio consapevole, di elegante confezione (le tappezzerie fiorate, gli arredi chic, i costumi in stile premiati ai César), tanto aderente allo schema, quanto programmatico. Gli attori sono perfetti nell’incarnarne le figurine (anche se Yolande Moreau è ormai inchiodata al ruolo unico della borderline), ma il trattatello urla le sue conclusioni, fino a farne coreografia cantata (il finale in musical).

La brava moglie (2020)
Titolo originale: La bonne épouse
Regia: Martin Provost
Genere: Commedia - Produzione: Francia/Belgio - Durata: 109'
Cast: Juliette Binoche, Yolande Moreau, Noémie Lvovsky, Edouard Baer, François Berléand, Marie Zabukovec, Anamaria Vartolomei, Lily Taieb, Pauline Briand, Armelle
Distribuzione: Movies Inspired
Sceneggiatura: Martin Provost, Séverine Werba

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy