La caja di Lorenzo Vigas - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv V0/2021

La caja


Regia di Lorenzo Vigas

Meglio le ceneri di un padre falso, che la presenza di un padre vero. Hitzain è un adolescente di Città del Messico, che vaga nel Chihuahua: cerca la cassa di suo padre, uno dei tanti scomparsi ogni giorno e poi sepolti anonimamente in fosse comuni, ma improvvisamente si trova davanti un uomo, in cui crede di rivedere il genitore. Il Messico di Lorenzo Vigas è una terra desolata, dove la schiavitù del lavoro non permette contestazioni: chi protesta, sparisce, spesso muore. Hitzain scopre un mondo sconosciuto, la sua crescita passa attraverso criminalità, omicidi, inganni, sensi di colpa, fughe, anche a costo di rimetterci la pelle. E alla fine torna tra le braccia consolanti di una nonna. Vigas traccia un film un po’ esile, la denuncia è sussurrata. E il vento è stanco di suonare ancora la sua armonica. 

I 400 colpi

ADG
6
La caja (2021)
Titolo originale: La caja
Regia: Lorenzo Vigas
Genere: Drammatico - Produzione: Usa/Messico - Durata: 92'
Cast: Hernán Mendoza, Hatzín Navarrete, Cristina Zulueta
Sceneggiatura: Paula Markovitch, Lorenzo Vigas

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy