La febbre di Gennaro di Daniele Cini - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 16/2021

La febbre di Gennaro


Regia di Daniele Cini

Gennaro è un bimbo irrequieto, tanto da rompere un violino in testa a una compagna di classe. Vive a Taranto in una famiglia di artigiani. A 19 anni decide di rovesciare il proprio futuro, partendo volontario per aiutare le persone più bisognose in ogni angolo della Terra. Daniele Cini racconta la storia di un idealista (oggi ha 26 anni), attraverso i suoi rischiosissimi spostamenti, dalla Palestina alla Siria, dal Niger alla Colombia, con un motto ben preciso: la paura va gestita. Un ritratto di un uomo coraggioso, ma che rischia di non essere troppo incisivo, per la breve durata del documentario (non si arriva a un’ora) e per una inevitabile veloce carrellata delle azioni compiute, come quella di un salvataggio drammatico in mare, dove non fu possibile strappare tutti alla morte.

La febbre di Gennaro (2020)
Titolo originale: -
Regia: Daniele Cini
Genere: Documentario - Produzione: Italia - Durata: 53'
Distribuzione: Minerva Pictures
Sceneggiatura: Daniele Cini, Claudia Pampinella
Musiche: Gianluca Russo, Luis Gurevich

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy