La fuga di Stefano Calvagna - la recensione di FilmTv

970x250_FI.JPG

Recensione pubblicata su FilmTv 31/2017

La fuga


Regia di Stefano Calvagna

Saverio (l’intenso Claudio Vanni), borgataro rapinatore, si rifugia maldestramente col malloppo nello “studio M”, l’appartamento di Micol, statuaria escort (l’oracolare Sveva Cardinale) che lo scambia per cliente. La polizia bracca con sospetta solerzia. Tra Fuoco! e Quel pomeriggio di un giorno da cani (Calvagna, che produce, sceneggia, recita e canta, è ex Actors Studio ed ex manager di calcio), La fuga è appesantito dai sacramenti di rito romano (confessione-assoluzione per i reati commessi, più una love story sveltina) a compensare le invettive contro gli infami (banche, prefetto, polizia…). Armonie exotiche di Paoluzzi, luci barocche di Nannuzzi, omaggi rap a Califano e D’Angelo confermano vizi e virtù, quasi da “Tarantino italiano” (Rondi dixit) di un thriller da camera (elegia del perdente), no budget e no ministero.

I 400 colpi

RS
5
La fuga (2017)
Titolo originale: -
Regia: Stefano Calvagna
Genere: Thriller - Produzione: Italia - Durata: 90'
Cast: Claudio Vanni, Sveva Cardinale, Lucia Batassa, Mietta, Stefano Calvagna

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

Lascia un commento

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy