La vita invisibile di Eurídice Gusmão di Karim Ainouz - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 37/2019

La vita invisibile di Eurídice Gusmão


Regia di Karim Ainouz

Oh sorella mia, sei così lontana che quasi non ti immagino più. Questa lontananza mi fa male, perché qui, a Rio, il presente non mi permette di sperare. Sono anni euforici eppure così tristi, questi per me inafferrabili anni 50. Cara Eurídice adorata, è la tua Guida che ti scrive. Io, che ho abbandonato te, mamma e papà per seguire al di là dell’oceano una passione sciocca destinata al fallimento; io, che di ritorno, incinta, non ti ho più trovato. Mentre mi ripudiava, allontanandomi da casa, papà mi ha comunicato che sei al conservatorio di Vienna, e che finalmente, amatissima Eurídice, hai conquistato il tuo sogno. Che dolce pensiero, saperti a suonare il pianoforte davanti a platee entusiaste. Ma allora perché non mi rispondi? Dove sei, sorella mia? Queste sono le ennesime righe che mi accorgo di scrivere al tempo che passa: oso darti per certa, e credere che prima o poi tu possa leggere queste mie missive, tuttavia sento tra di noi una distanza incolmabile; sento di vivere in un paese che non mi appartiene più e che non ti appartiene. E sento anche un dolore fortissimo, perché la sensazione di averti persa per sempre si sta insinuando nel mio cuore. Sono un’ingenua, Eurídice? Probabilmente sì, e la vita me ne dà prova ogni giorno che passa. Ma l’orgoglio di essere legata a una sorella come te ha il sopravvento su ogni cosa. Tanto che affido tutto il mio amore per te non soltanto a queste parole ma anche alle immagini. Carissima Eurídice, ho scoperto che il cinema mi può salvare. In questi giorni bui ho trovato un buio dove permettermi di essere felice. La sala è una meraviglia alla quale concedo me stessa, e il cinema mi pare che possa rappresentare ciò che mi manca. Cioè i sentimenti più belli, sorella mia. Quelli che custodisco per te, Eurídice. Il cinema ti somiglia. In particolar modo questo film, dal titolo che ti richiama: La vita invisibile di Eurídice Gusmão. Si chiama proprio così. È un film che mi ha rapita, perché ha i tuoi contorni, decisi e indomabili, e possiede la tua dolcezza, e mi ricorda che tu ci sarai per sempre. Sappi, cara Eurídice, che questo film mi pare bellissimo perché ho l’impressione che parli di noi e direttamente a me, e che parli della vita che vivo e di te che mi sei irraggiungibile. In tua mancanza, questo film mi protegge. Non ho nient’altro. Non ho più una madre, non ho più un padre, e tu, Eurídice, sei la sola fantasia che continuo testarda a conservare. Nel film sogno: che in età avanzata, quando il mondo ci sarà ancora di più estraneo, potremo riabbracciarci anche soltanto attraverso queste parole. Chissà, magari avremo la felicità di vederci insieme nella magia del cinema, lì dove tutto è possibile perché i film parlano di noi, e noi siamo la cosa migliore che esista. Tu e io. Ti vedo nelle immagini di questo film, Eurídice carissima, il nostro film, e piango perché sono sicura che sei serena, e allora lo sono anche io. Mento a me stessa? O sono gli altri a mentire? Questo nostro film però non mente, ne sono sicura. E lo amo come amo te. Sarò per sempre sua. E sarò per sempre tua, Eurídice. La tua affezionatissima e devota sorella Guida.

I 400 colpi

PMB
9
AC
8
SE
8
IF
8
RM
9
EM
8
FM
6
RMO
7
LP
7
GS
7
RS
7
media
7.6
La vita invisibile di Eurídice Gusmão (2019)
Titolo originale: A vida invisível de Eurídice Gusmão
Regia: Karim Ainouz
Genere: Drammatico - Produzione: Brasile - Durata: 225'
Cast: Carol Duarte, Julia Stockler, Gregório Duvivier, Maria Manoella, Marcio Vito
Distribuzione: Officine Ubu
Sceneggiatura: Murilo Hauser

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


Il canto di Eurídice - Intervista a...» Interviste (n° 37/2019)

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy