Latte e la pietra magica di Regina Welker, Nina Wels - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 39/2020

Latte e la pietra magica


Regia di Regina Welker, Nina Wels

Creata dal poeta e scrittore scandinavo Sebastian Lybeck negli anni 50, la porcospina Latte è protagonista di libri per l’infanzia popolari in Germania, paese da cui arriva questa garbata avventura in CGI. Dove Latte, ardimentosa e combinaguai, dunque emarginata dalla società del bosco, decide di riscattarsi partendo alla ricerca di una gemma che dovrebbe magicamente porre fine alla siccità incombente sugli animaletti; a ogni tappa della sua missione corrisponde, naturalmente, un tassello nel percorso di accettazione di sé e del proprio posto nel mondo. Niente di imprevedibile per qualsiasi spettatore sopra i nove anni, ma la grafica è fluida, e un balletto di orsi stile Esther Williams (che ricorda il disneyano Bongo e i tre avventurieri) fa da surreale intermezzo.

Latte e la pietra magica (2019)
Titolo originale: Latte Igel und der magische Wasserstein
Regia: Regina Welker, Nina Wels
Genere: Animazione - Produzione: Germania - Durata: 81'
Distribuzione: Notorious Pictures
Sceneggiatura: Martin Behnke, Andrea Deppert

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy