Lazzaro felice di Alice Rohrwacher - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv C0/2018

Lazzaro felice


Regia di Alice Rohrwacher

Mezzadri coltivano e lavorano tabacco. The Village: vivono fuori dal tempo, sotto l’egida di una nobile che governa tramite paura e ignoranza. Li sfrutta. E loro sfruttano Lazzaro, ingenuo lavoratore (inde)fesso. Poi il grande inganno è svelato, Lazzaro cade in un coma lunghissimo. Quando si sveglia il mondo è cambiato. Lui no. Rohrwacher ricostruisce un ipotetico folklore contadino, che prima guarda con occhio pseudo-etnografico e poi eleva a termine di scontro fiabesco col mondo moderno. Presente feroce vs candore passato? Non è cosi semplice come vi raccontano: qui s’oscilla dall’utopia miserabilista di Miracolo a Milano all’ homo homini lupus di Il minestrone, si gioca contro il realismo, si semplifica e astrae, certo, ma non per questo si lavora solo su una poverta ridotta a ideale francescano. Problematico: ne riparleremo.

I 400 colpi

GS
6
Lazzaro felice (2018)
Titolo originale: -
Regia: Alice Rohrwacher
Genere: Drammatico/Fantasy - Produzione: Italia - Durata: 125'
Cast: Adriano Tardiolo, Luca Chikovani, Nicoletta Braschi, Sergi Lopez, Alba Rohrwacher, Tommaso Ragno, Agnese Graziani
Distribuzione: 01 Distribution
Sceneggiatura: Alice Rohrwacher

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


Vita da cani» Interviste (n° 19/2018)
Ripensare il sacro - Intervista ad...» Interviste (n° 22/2018)
Lazzaro felice» Cinerama (n° 22/2018)
Lazzaro felice» Cinerama (n° 22/2018)

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy