Le sel des larmes di Philippe Garrel - la recensione di FilmTv

970x250.JPG

Recensione pubblicata su FilmTv B0/2020

Le sel des larmes


Regia di Philippe Garrel

Che cosa è il cinema? Cosa ha significato? Philippe Garrel lo sa. Sa che il cinema è esistito. Il sale delle lacrime, che titolo magnifico!, è una storia del cinema – vissuta dalla prospettiva della nouvelle vague – nelle cui articolazioni sembrano riverberare le parole e i pensieri dell’ultimo Serge Daney. Ovvero che il cinema è un fare e un sapere che esprime una comunità. Una “cosa” che si trasmette, si eredita, si tramanda. Nelle erranze sentimentali di un eroe tardoromantico, Garrel incarna le stagioni della sua opera interrogandosi sulla figura del padre (reale e simbolico...) e sul lascito del suo lavoro. Nelle inquadrature lumièriane di Renato Berta, riverbera un’idea di cinema arcaico e modernissimo, l’unica che può dire – come il cinema – che anche noi siamo esistiti. Per questo motivo Garrel è tutto il cinema.

I 400 colpi

GAN
9
Le sel des larmes (2020)
Titolo originale: Le sel des larmes
Regia: Philippe Garrel
Genere: Drammatico - Produzione: Francia/Svizzera - Durata: 100'
Cast: Logann Antuofermo, Oulaya Amamra, Louise Chevillotte, André Wilms, Souheila Yacoub, Aline Belibi, Teddy Chawa, Martin Mesnier
Sceneggiatura: Jean-Claude Carrière, Philippe Garrel

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy