Loro 2 di Paolo Sorrentino - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 19/2018

Loro 2


Regia di Paolo Sorrentino

Silvio part deux. Se il primo atto (tempo?) di Loro si apriva con un agnello freddato da un condizionatore, questo secondo si chiude con un Cristo marmoreo calato dal Duomo dell’Aquila sventrato dal sisma e deposto mestamente tra le rovine. Il solito fellinismo caro a Sorrentino (da La dolce vita, ovvio), che, in rima baciata con quell’altro simbolo cristologico, suggerisce come il suo Berlusconi ama vedersi. Una figura divina, scesa in terra. E, difatti, ne ha ben donde, quando scorge gli stupori increduli sui volti della sua corte e le espressioni estatiche di chi riesce a rivolgergli la parola. Però è chiaro che, a quel punto, non lo è (più), e forse non lo è mai stato. Hanno provato a farglielo capire in tanti, nell’ultima, sgangherata mezz’ora: un Fedele disincantato, un Mike incredulo, persino la vecchina dell’Aquila cui il Cavaliere ha promesso la dentiera perduta durante il sisma, peraltro con le medesime parole con le quali l’abbiamo sentito in un’altra occasione saggiare la persistenza delle sue abilità di grande venditore al telefono con un’elettrice/cliente a caso (una delle sequenze più godibili). E soprattutto l’amata Veronica impegnata a rinfacciargli tutte le occasioni mancate (private e non), in un faccia a faccia ad alto tasso di retorica che sembra uscire da una trasmissione di Santoro. Ma forse era necessario, e appunto per bocca di lei, per riequilibrare il ritratto impietoso che Loro fa del sesso femminile al tempo del berlusconismo, tutto culi, tette e sorrisi ebeti offerti con generosità incosciente. Anzi, la tragedia dell’Aquila pare quasi un castigo divino per punire la hybris di Silvio (magari scagliato dal misterioso Dio, che forse è il suo segretario particolare Spagnolo, o forse no). Alla fine, la sua nemesi, il suo spauracchio, l’ha raggiunto, nonostante le cene eleganti a go go, la baldanza seduttiva esibita, le posture da eterno giovane galletto (l’ultima: scalzo, seduto all’indiana su un letto). «Ha l’alito di mio nonno», gli confessa una giovane ninfetta, imbarazzata, al dunque. Cioè l’alito di un vecchio, caduco e mortale (e lui chioserà dopo, in un raro momento di sincerità: «Forse perché io e suo nonno usiamo lo stesso collutorio per dentiere»). Fine. Come il suo protagonista, anche Loro 2 si affloscia, si ripiega, si atrofizza, dopo la frenesia visiva drogata di Loro 1, e gli stessi prosseneti e cortigiani si ritirano, sfumano, spariscono come brutti sogni all’alba (per primo Morra/Scamarcio, che pure avrebbe voluto fare l’eurodeputato). È un cupio dissolvi in villa, via via più claustrofobico (fin dall’inizio, con Silvio/Servillo riflesso in Ennio/Servillo, uno dei molti imbonitori e piazzisti nati a sua immagine e somiglianza) che si slabbra e si sfarina in tante direzioni, tanti film possibili, tante piste, ora irritando ora divertendo (le fiction tv messe in piedi dal dirigente rassegnato Max Tortora per compiacere le protette del Cavaliere, come l’incresciosa Congo Diana su Lady D). Sorrentino, come Berlusconi, non si risparmia nulla, non ci risparmia nulla: è la sua forza e anche il suo limite. 

I 400 colpi

AA
9
PA
7
CB
5
PMB
10
MC
3
FDM
6
IF
7
AF
5
MG
5
MM
7
EM
7
FM
8
RMO
7
EMO
5
ES
7
GS
7
RS
4
FT
6
media
6.4
Loro 2 (2018)
Titolo originale: -
Regia: Paolo Sorrentino
Genere: Grottesco - Produzione: Italia/Francia - Durata: 104'
Cast: Toni Servillo, Riccardo Scamarcio, Elena Sofia Ricci, Kasia Smutniak, Roberto Herlitzka, Fabrizio Bentivoglio, Euridice Axen, Anna Bonaiuto, Giovanni Esposito, Michela Cescon, Iaia Forte
Distribuzione: Universal Pictures
Sceneggiatura: Paolo Sorrentino, Umberto Contarello

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


Speciale Loro di Paolo Sorrentino» Servizi (n° 21/2018)

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy