Mangia prega ama di Ryan Murphy - la recensione di FilmTv

970x250.JPG

Recensione pubblicata su FilmTv 38/2010

Mangia prega ama


Regia di Ryan Murphy

L'unica frase sensata, nel tripudio di cliché e mantra da scaffale di narrativa rosa, la pronuncia Billy Crudup, il marito abbandonato, che in fase di divorzio apostrofa la moglie: «Non potevi cercare te stessa nel nostro matrimonio?». Legittimo chiederselo, quando la ricerca del senso della vita intrapresa da Liz Gilbert sembra a conti fatti celare la ricerca del compagno perfetto. Fuggita da New York, dove né?marito né giovane amante la fanno felice, approda prima a Roma, dove riempie lo stomaco ma non il cuore, poi in India, dove medita ma con scarsi risultati, infine a Bali, dove rinuncia alla trascendenza per gettarsi tra le braccia di un piacionissimo Javier Bardem. Non c'è alcun percorso di crescita interiore, nessuna rivelazione o epifania. Oltretutto il personaggio della Gilbert, per quanto autobiografico (il film è fedelissimo all'omonimo bestseller), è totalmente privo di tratti distintivi; svanita la fastidiosa voce off iniziale, ciò che resta sullo schermo è nient'altro che Julia. Fotografata in perenne flou per renderla bella e luminosa come una dea, insaccata in abiti che dovrebbero farne una credibile "falsa magra", Julia Roberts è Julia Roberts. Mentre mangia gli spaghetti al pomodoro (in una Roma così fasulla e stereotipata che viene da mordere le seggioline della sala) non si può fare a meno di pensare, toh guarda la Roberts che si strafoga di pasta!, mentre passeggia per Napoli ci si chiede cosa pensasse la gente nel vedersi davanti Pretty Woman;?insomma, la sensazione generale è di vedere una diva che gioca a fare la turista in giro per il globo, finanziata dal compagno di goliardate (gli Ocean's e The Mexican) Brad Pitt, qui produttore esecutivo. Se si aggiunge la notizia, diffusa per il lancio, che l'attrice avrebbe abbracciato l'induismo, lo straniante gioco è fatto: abbiamo appena assistito alla sparizione del cinema. Lo schermo cinematografico si fa trasparente, inconsistente, aderisce a luoghi e divismo e Ryan Murphy (anche sceneggiatore in coppia con la sodale storica di Nip/Tuck, Jennifer Salt) non sembra fare nulla per evitare che la sua opera seconda si trasformi nel (lungo e patinato) filmino delle vacanze di Julia.

Mangia prega ama (2010)
Titolo originale: Eat, Pray, Love
Regia: Ryan Murphy
Genere: Drammatico - Produzione: Usa - Durata: 140'
Cast: Julia Roberts, James Franco, Javier Bardem, Billy Crudup, Richard Jenkins, Viola Davis, Tuva Novotny, Ali Khan, Lidia Biondi, Arlene Tur

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy