Michelangelo - Infinito di Emanuele Imbucci - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 39/2018

Michelangelo - Infinito


Regia di Emanuele Imbucci

Al di là di tutti gli aspetti tipici di queste operazioni (quasi sempre annunciate dallo strillo «L’arte arriva al cinema»), come visioni ravvicinatissime, quasi tattili (cosa che, per fortuna, qui non è compiuta a discapito dell’interezza delle opere) e un impiego invadente tanto del commento verbale quanto, se non addirittura maggiormente, di quello musicale, il film di Imbucci funziona soprattutto nella ricostruzione del personaggio: sa esaltare la severa somiglianza di Lo Verso con Buonarroti, ritratto come intrappolato nelle cave di Carrara (magnifica ossessione dell'artista, al punto che progettò di scolpirvi un “colosso” che potesse essere visto a grande distanza), vittima della propria hybris, di quell’insolenza a violare i limiti che Pietro Citati ha diagnosticato come «malattia dell’infinito».

I 400 colpi

MM
6
Michelangelo - Infinito (2018)
Titolo originale: -
Regia: Emanuele Imbucci
Genere: Docufiction - Produzione: Italia - Durata: 93'
Cast: Enrico Lo Verso, Ivano Marescotti
Distribuzione: Lucky Red
Sceneggiatura: Emanuele Imbucci, Sara Mosetti, Tommaso Strinati
Fotografia: Maurizio Calvesi

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy