Music and Apocalypse di Max Linz - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 46/2020

Music and Apocalypse


Regia di Max Linz

«Visto con i corretti strumenti di misurazione, il pianeta Terra non è perfettamente sferico. No. Assomiglia piuttosto a una patata. Infatti, si potrebbe dire che non abbia affatto le sembianze della Terra. Le somiglia appena». Si apre con questa nota il secondo lungo di Max Linz (alla 69ª Berlinale): un’osservazione di carattere squisitamente empirico che associando all’affinarsi della scienza il suo progressivo scollamento dal reale ne suggerisce lo scacco intrinseco, fungendo da premessa per il film e anticipandone la satira. Che sia l’ambiente della cultura (Asta Upset) o il microcosmo egoriferito dell’università - nella fattispecie l’Istituto di cibernetica e simulazione, nelle concitate settimane precedenti il Giorno del giudizio (leggi: la valutazione dei progetti di ricerca da parte dell’ente che eroga i fondi), dov’è impiegata la spaesata protagonista - poco cambia: quello in cui si muovono, coreografati, i personaggi-marionetta del regista tedesco è un mondo turbocapitalista allo stadio terminale, ostaggio di se stesso e delle sue idiosincrasie, potenzialmente gradito al Houellebecq degli esordi. Un universo che Linz tratteggia con gusto sadico per il grottesco, più che per la pura macchietta, denunciandone la stasi attraverso dialoghi impossibili (anglicismi al limite dell’indecifrabilità, tecnicismi insignificanti) e scenette assurde (una stanza azzurra, sul pavimento della quale “nuota” penosamente un docente alle prese con il rendering di una simulazione VR) che deflagrano da ultimo in un finale d’esilarante demenzialità. È la logica del profitto, bellezza, e qualcuno la deve pur mettere alla berlina. 

Music and Apocalypse (2019)
Titolo originale: Weitermachen Sanssouci
Regia: Max Linz
Genere: Commedia/Grottesco - Produzione: Germania - Durata: 80'
Cast: Sarah Ralfs, Sophie Rois, Philipp Hauß, Bernd Moss, Maryam Zaree, Leonie Jenning, Luis Krawen, Martha von Mechow, Jean Chaize, Bastian Trost
Sceneggiatura: Max Linz, Nicolas von Passavant

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy