My Brother’s Name is Robert and He is an Idiot di Philip Gröning - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv B0/2018

My Brother's Name is Robert and He is an Idiot


Regia di Philip Gröning

Due gemelli, una stazione di servizio in piena campagna, un weeekend per preparare un esame di filosofia o perdere la verginità. Fra giochi e scommesse pericolose, Elena e Robert ruminano sul concetto di tempo e sull'inesistenza del presente, distesi in uno iato bucolico destinato a precipitare in un violento passaggio all'atto con cui il presente irrompe a sconvolgere la loro simbiosi, dimostrazione pulp coerente con le premesse teoriche quanto narrativamente fallimentare. Gröning, si sa, non teme la dilatazione temporale e assume l'attesa come condizione del pensiero. Ma se le grandi domande sono sempre le stesse e ogni film è una sfida a inventare un tempo che esiste solo nel ricordo, il rischio qui è di restare con risposte deludenti e una “melodia” che, nonostante momenti d'intensità, risulta poco memorabile.

I 400 colpi

SE
3
RM
6
EM
5
GAN
10
LP
8
GS
7
media
6.5
My Brother's Name is Robert and He is an Idiot (2018)
Titolo originale: Mein Bruder heißt Robert und ist ein Idiot
Regia: Philip Gröning
Genere: Drammatico - Produzione: Germania/Francia/Svizzera - Durata: 174'
Cast: Josef Mattes, Julia Zange, Urs Jucker, Stefan Konarske, Zita Aretz, Karolina Porcari, Vitus Zeplichal, Susanne Wuest, David Zimmerschied, Daniel Zillmann
Sceneggiatura: Philip Gröning

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy