My Name Is Emily di Simon Fitzmaurice - la recensione di FilmTv

414_TIM.JPG

Recensione pubblicata su FilmTv 44/2017

My Name Is Emily


Regia di Simon Fitzmaurice

Simon Fitzmaurice, malato di SLA e scomparso a pochi giorni dall'uscita italiana del film, ha girato la sua opera prima con un software per il riconoscimento oculare: la sua storia è l’elemento più interessante a imporsi nella lettura di quella di Emily, adolescente tenace e infelice che, decisa a ritrovare il padre - guru anti-establishment impazzito e finito in un istituto -, s’imbarca nell’inevitabile road trip esistenziale. Il film, manualetto di moniti inneggiante all’autoaffermazione, incorniciato di momenti motivazionali pronti a essere condivisi come GIF dal giovane pubblico, ha un fraseggio indie standardizzato, ma di tanto in tanto lascia affiorare un’inquietudine dolente. Come se le immagini sul ciglio del pubblicitario agissero per autodifesa, e a importargli fosse soltanto il loro ribadirsi vitali, cercare una voce propria: ancorché flebile, basta che esista.

My Name Is Emily (2015)
Titolo originale: My Name Is Emily
Regia: Simon Fitzmaurice
Genere: Commedia drammatica - Produzione: Irlanda - Durata: 94'
Cast: Evanna Lynch, Martin McCann, Michael Smiley, George Webster, Deirdre Mullins, Cathy Belton, Laura Matassa, Barry McGovern, Declan Conlon, John Travers

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy