Nessuno sa che io sono qui di Gaspar Antillo - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 30/2020

Nessuno sa che io sono qui


Regia di Gaspar Antillo

Il corpo sgraziato, la voce cristallina. La forza del talento, la vigliaccheria della società. Memo è un ragazzo che canta in modo divino, ma il produttore discografico che dovrebbe lanciarlo non lo reputa attraente per la folla e il successo, e quindi, con il consenso paterno, gli “ruba” la voce, prestandola a un coetaneo carino che soddisfa i canoni della possibile giovane star, costretta a esibirsi in playback. L’opera prima del cileno Gaspar Antillo è un film sull’esilio, sul volontario distacco dal mondo: oggi Memo vive su un’isola con lo zio, dedica le sue attenzioni alle pecore e cerca di dimenticare come il mondo gli abbia negato la possibilità di esprimere la sua abilità, sfociata successivamente in un ulteriore trauma che ha coinvolto entrambi i ragazzi. L’arrivo sull’isola di una donna e la successiva malattia del parente lo spingono a ritrovare i contatti con la società. Prodotto tra gli altri da Pablo Larraín, fotografato dal suo fedele Sergio Armstrong e selezionato al Tribeca 2020, dove Antillo ha vinto il premio come miglior esordiente (il festival non ha avuto proiezioni pubbliche, ma ha comunque annunciato i vincitori), il film accompagna il tragitto di rielaborazione di sé con uno sguardo sorprendentemente maturo nel catturare il disagio e la rassegnazione. Al quale collaborano la forza attoriale di Jorge Garcia, dalla corpulenta presenza e i costanti silenzi (la negazione della voce, coerentemente), e quella di Millaray Lobos, che è Marta, traghettatrice non solo simbolica del tentativo di ritrovare un posto nel mondo, che arriva dopo il necessario, dimostrativo canto liberatorio e un abbraccio appassionato, nel quale Memo riscopre la vita.

Nessuno sa che io sono qui (2020)
Titolo originale: Nadie Sabe Que Estoy Aquí
Regia: Gaspar Antillo
Genere: Drammatico - Produzione: Cile - Durata: 91'
Cast: Jorge Garcia, Luis Gnecco, Millaray Lobos, Alejandro Goic, Gastón Pauls, Nelson Brodt, Lukas Vergara, Vicente Alvarez, Eduardo Paxeco, Juan Falcón, Solange Lackington
Distribuzione: Netflix
Sceneggiatura: Gaspar Antillo, Josefina Fernández, Enrique Videla

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy