Never Rarely Sometimes Always di Eliza Hittman - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv B0/2020

Mai raramente a volte sempre


Regia di Eliza Hittman

Autumn ha 17 anni e una gravidanza indesiderata. Le leggi della Pennsylvania non le consentono di abortire senza il consenso dei genitori, così scappa a New York con la cugina - coetanea - per sottoporsi all'operazione in una clinica aperta alle minorenni. La regista di Beach Rats accompagna le due giovanissime protagoniste in un'odissea "strutturata", mai disperata: l'anti-Juno che aspettavamo da tempo, per raccontare l'aborto con intelligenza e al netto di retoriche di ogni segno. Hittman ha uno sguardo allergico ai luoghi comuni (basti vedere come tratteggia le notti nella città che non dorme mai), e assesta con quieta fermezza la sua denuncia trasversale: non è l'aborto a causare il dolore, ma le grandi e piccole coercizioni che (sempre o qualche volta, più che mai o raramente, per tornare al titolo) una donna subisce.

I 400 colpi

IF
7
Mai raramente a volte sempre (2020)
Titolo originale: Never Rarely Sometimes Always
Regia: Eliza Hittman
Genere: Drammatico - Produzione: Usa/Gb - Durata: 101'
Cast: Sidney Flanigan, Talia Ryder, Théodore Pellerin, Sharon Van Etten, Ryan Eggold
Distribuzione: Universal Pictures
Sceneggiatura: Eliza Hittman

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


Never Rarely Sometimes Always» Scanners (n° 24/2020)
Mai raramente a volte sempre» Cinerama (n° 32/2020)

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy