Non ci resta che vincere di Javier Fesser - la recensione di FilmTv

970x250.JPG

Recensione pubblicata su FilmTv 49/2018

Non ci resta che vincere


Regia di Javier Fesser

Per un gruppo di disabili la conquista del proprio posto nel mondo passa anche attraverso il basket. Per raccontarne la rivalsa sono chiamati a raccolta tutti i topoi del cinema sportivo d’antan: l’allenatore sboccato e riluttante, la rimonta improbabile degli underdog, i ralenti ad amplificarne ironicamente le gesta, persino la soggettiva del pallone che entra in moviola nel canestro. Tutti al servizio del messaggio (sacrosanto: l’importante è crederci, si gioca per partecipare, nessuno è normale), ma anche di una visione vagamente ricattatoria della paternità. Tra un gag cestistico e l’altro, però, questa produzione spagnola si muove su binari fin troppo consolidati, e più che a Quella sporca ultima meta finisce per assomigliare a una versione ripulita e politicamente corretta di Palle al balzo - Dodgeball.

Non ci resta che vincere (2018)
Titolo originale: Campeones
Regia: Javier Fesser
Genere: Commedia/Sportivo - Produzione: Spagna/Messico - Durata: 124'
Cast: Javier Gutiérrez, Athenea Mata, Juan Margallo, José de Luna, Sergio Olmo, Jesús Vidal, Gloria Ramos, Alberto Nieto Ferrández, Julio Fernández, Jesús Lago
Distribuzione: Bim/Movies Inspired
Sceneggiatura: Javier Fesser, David Marqués

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy