Non si può morire ballando di Andrea Castoldi - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 40/2019

Non si può morire ballando


Regia di Andrea Castoldi

Vorrebbe dire tante cose il terzo film del regista brianzolo Castoldi. Vuole mostrare la malattia (quella, rara, di uno dei due fratelli protagonisti); raccontare il mondo dell’ospedale e quello familiare del fratello col matrimonio in bilico; essere lirico e poetico nel ricordare il passato del malato, messo, letteralmente, in scena, perché magari può risultare terapeutico nel momento in cui la medicina “ufficiale” è priva di certezze. Sostenuto dagli attori Palombi e, soprattutto, Negri, il film difende il suo essere a bassissimo budget. Condizione che però non sfrutta per giocare in sottrazione rispetto al cinema mainstream, anzi tenta di copiarlo nelle derive meno nobili, come l’uso un po’ scriteriato del commento sonoro, l’appesantimento della voce fuori campo o un montaggio enfatico con ralenti e plongée carichi di messaggi. 

I 400 colpi

PA
4
Non si può morire ballando (2019)
Titolo originale: -
Regia: Andrea Castoldi
Genere: Drammatico - Produzione: Italia - Durata: 85'
Cast: Salvatore Palombi, Mauro Negri, Gianni Quillico, Danny Duyko, Alessandra Brambilla, Jvonne Giò, Lorenza Pisano, Rebecca Amodeo, Valentina Scuderi, Tullia Ferraro
Distribuzione: Indipendente
Sceneggiatura: Andrea Castoldi

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy