Ognuno ha diritto ad amare - Touch Me Not di Adina Pintilie - la recensione di FilmTv

970x250.JPG

Recensione pubblicata su FilmTv 07/2019

Ognuno ha diritto ad amare - Touch Me Not


Regia di Adina Pintilie

Laura ha orrore del contatto. L’idea di essere sfiorata, carezzata, le è insostenibile; l’amore fisico è un concetto repulsivo, il desiderio inconosciuto. Per appropriarsi della tanto strombazzata libertà sessuale dell’emancipato Occidente, la donna s’incammina lungo un percorso a ostacoli interiori, tornando alla radice del piacere e indagandone componenti e possibilità. Partendo da una sorta di altrove ospedaliero, Laura imbastisce sedute terapeutiche con escort e sex worker, e si interfaccia con persone affette da disfunzioni fisiche (l’attivista politico Christian e l’attore Tómas) ma aventi un rapporto conciliato, a differenza sua, con il sesso. Tre universi apparentemente incompatibili, i loro, che tuttavia nello scambio di esperienze intime, metodi correttivi ed esperimenti di catarsi costituiranno per Laura una chiave di volta. Un percorso d’esorcizzazione e liberazione di una donna comune che allo stesso tempo funzioni da manifesto propedeutico, per la sensibilizzazione alla - e l’empowerment della - sessualità di diversi, trattato con un’impronta stilistica ibrida (tra fiction e documentario) e slancio laboratoriale (nessun copione, solo un canovaccio, con interpreti che portano in scena se stessi simulando vissuti reali e lavorando su rievocazioni di ricordi e desideri): Ognuno ha diritto ad amare - Touch Me Not, Orso d’oro della discordia (critica) a Berlino 2018, esordio di Adina Pintilie (prima regista rumena in Concorso alla kermesse teutonica) e, a detta dell’autrice, primo passo di un progetto tematico a largo raggio, nasce su un terreno di buone intenzioni ma risulta oggetto filmico problematico, con un difetto fatale di sguardo. I ridondanti confessionali di Laura (che di tanto in tanto monologa con la stessa Pintilie, dea ex camera) si alternano allo sfoggio insistito di cliché da pruderie borghese (ripetute masturbazioni in primo piano, pratiche sadomaso d’ogni tipo, sortite nei sex club sono l’elisir risolutivo dei “pazienti”) e a un voyeurismo dai contorni morbosi nei confronti di una sessualità altra allestita come una fiera barnumiana, mantenuta a distanza di sicurezza e funzionale a una programmatica provocazione. Un punto d’osservazione che raffredda inesorabilmente la presunta intensità emotiva dell’indagine, concentrata unicamente sulla meccanica della sessualità, sull’asettica parata di pratiche e genitali riproposti allo sfinimento e dissezionati verbosamente, rigettando tutta la dimensione pulsionale, l’erotismo, che è il vero, grande assente. Un lavoro sul corpo (quello malato dentro di Laura, quello anomalo fuori dei coprotagonisti) fatto di corpi disinnescati, che non si sfrenano mai, la cui carnalità è repressa dall’invadente parolaio clinico. Nelle sue oltre due ore pretenziose, inaridite da un rigido autocontrollo e viziate da un compiacimento a tratti intollerabile, Touch Me Not è come impantanato nella medesima patologia della protagonista (che costei infine supera ex abrupto, dopo il taglio del cordone ombelicale paterno), realizzando il paradosso di un film sul sesso e su una costruttiva condivisione della vita intima che espelle qualsiasi traccia di istintualità, empatia emozionale e dialettica paritaria.

I 400 colpi

PMB
5
FDM
4
SE
0
IF
4
RM
4
FM
7
RMO
5
GAN
8
LP
5
ES
2
GS
4
media
4.8
Ognuno ha diritto ad amare - Touch Me Not (2018)
Titolo originale: Touch Me Not
Regia: Adina Pintilie
Genere: Drammatico - Produzione: Romania/Germania/Repubblica Ceca/Bulgaria/Francia - Durata: 125'
Cast: Laura Benson, Tómas Lemarquis, Christian Bayerlein, Adina Pintilie, Hanna Hoffmann
Distribuzione: I Wonder Pictures
Sceneggiatura: Adina Pintilie

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


Touch Me Not» Cinerama (n° B0/2018)

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy