On the Job 2: Missing 8 di Erik Matti - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv V0/2021

On the Job: Missing 8


Regia di Erik Matti

Otto persone, impiegati del giornale locale, scompaiono. Un loro collega, giornalista colluso con i poteri forti del sindaco della città, cerca giustizia. Il filippino Erik Matti firma il secondo, fluviale capitolo della saga On the Job (il precedente debuttò alla Quinzaine nel 2013). Un romanzo criminale - e popolare - in piena regola, sostenuto da una regia muscolare e un approccio ludico alle immagini e ai generi, fra crime investigativo, commedia e prison drama. Un film fortemente politico ispirato a fatti reali, che punta il dito senza sconti contro la corruzione di un sistema manovrato da politici gangster, forze dell’ordine violente e giornalisti venduti. E una riflessione sul ruolo e sulle posizioni etiche del giornalismo, anche in connessione alle nuove tecnologie e (non solo) in seno a società dittatoriali. 

Eddie Bertozzi (Voto: 7)

On the Job: Missing 8 (2021)
Titolo originale: On the Job 2: The Missing 8
Regia: Erik Matti
Genere: Azione - Produzione: Filippine - Durata: 208'
Cast: Christopher De Leon, Joel Torre, Lotlot De Leon, Dennis Trillo, Dante Rivero, Ina Feleo, John Arcilla, Ricky Davao, Andrea Brillantes, Vandolph, William Martinez, Isabelle De Leon, Rayver Cruz, Soliman Cruz, Eric Fructuoso, Jaturong Mokjok, Anna Chuanche
Sceneggiatura: Erik Matti, Michiko Yamamoto

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy