Operation Finale di Chris Weitz - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 42/2018

Operation Finale


Regia di Chris Weitz

È il 1960 e Israele ha smesso da tempo di dare la caccia ai nazisti, avendo più pressanti problemi interni. Ma la soffiata che Adolf Eichmann potrebbe nascondersi in Argentina convince BenGurion ad approvare una missione di Mossad e Shin-Bet: non per uccidere l’ex gerarca, ma per processarlo, finalmente, in diretta mondiale. A capo dell’operazione c’è l’agente Peter Malkin, dalle cui memorie il film è tratto: interpretato da Oscar Isaac, il suo confronto/rapporto (anche umano e filosofico) con l’Eichmann di Ben Kingsley (in pesante make-up e, anche per questo, ancor più bravo a evitare l’effetto macchietta) è il cuore di un film che vuole conciliare thriller e Storia, guardando al modello (irraggiungibile) di Munich. Risultato disomogeneo (buono il versante spy, traballante il resto), ma illuminato da lampi inaspettati.

I 400 colpi

AC
6
Operation Finale (2018)
Titolo originale: Operation Finale
Regia: Chris Weitz
Genere: Storico/Thriller - Produzione: Usa - Durata: 122'
Cast: Oscar Isaac, Ben Kingsley, Mélanie Laurent, Lior Raz, Nick Kroll, Joe Alwyn, Michael Aronov, Ohad Knoller, Greg Hill, Torben Liebrecht, Michael Benjamin Hernandez
Distribuzione: Netflix
Sceneggiatura: Matthew Orton

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy