Ryuichi Sakamoto - Coda di Stephen Schible - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 04/2018

Ryuichi Sakamoto - Coda


Regia di Stephen Schible

Un pianoforte sopravvissuto a uno tsunami viene ri-accordato dalla natura, che gli conferisce un suono alieno, di immacolata limpidezza. Parte qui l’indagine nel mondo di Sakamoto. Si viaggia a Fukushima, nei luoghi del disastro. Si ripercorre il passato del compositore e la sua carriera imprevedibile, dall’avant-prog di Yellow Magic Orchestra ai capolavori per Bertolucci. Si studia il suo metodo unico, che mescola field recording e neoclassicismo, applicato all’ultimo e notevolissmo album, async. Infine si squarcia il velo del privato di Sakamoto, che testimonia di fronte alla macchina da presa la scoperta di un male incurabile e il difficile percorso di elaborazione. Coda affronta il rischio di smarrirsi tra questi ambiti, ma si avvale della qualità e dello spessore di un artista mai sufficientemente celebrato o ricordato.

I 400 colpi

ES
7
Ryuichi Sakamoto - Coda (2017)
Titolo originale: Ryuichi Sakamoto: Coda
Regia: Stephen Schible
Genere: Documentario - Produzione: Usa/Giappone - Durata: 100'
Cast: Ryuichi Sakamoto
Distribuzione: Cineteca italiana
Fotografia: Tom Richmond, Neo Sora

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy