Servants di Ivan Ostrochovský - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 21/2021

Servants


Regia di Ivan Ostrochovský

Cecoslovacchia, anni 80: due seminaristi devono decidere se essere fedeli alla vocazione o piegarsi alle pressioni della polizia segreta che vuole controllare il clero. Un intrigo che, se ammicca al mystery e al noir, evita le ritualità di genere, consegnando la sua ellittica narrazione a un categorico formalismo: in un nitidissimo bianco e nero, quadri di grande impatto figurativo, con figure inscritte nelle geometrie architettoniche, congelate - prima che l’azione se ne impadronisca - in un’innaturale fissità pittorica. Ostrochovský fa aderire la forma alla sostanza e sottolinea, con l’artificiale impianto visivo, l’austerità dello stile e la spettrale atmosfera, il soffocante clima di una stagione storica che vide fronteggiarsi i “servi” di due diverse, ma egualmente insensibili istituzioni.

Servants (2020)
Titolo originale: Servants
Regia: Ivan Ostrochovský
Genere: Drammatico - Produzione: Slovenia/Romania/Rep. Ceca/Irlanda - Durata: 80'
Cast: Samuel Skyva, Samuel Polakovic
Distribuzione: Cineteca Italiana
Sceneggiatura: Ivan Ostrochovský, Rebecca Lenkiewicz, Marek Lescák

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy