Simple Women di Chiara Malta - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 13/2021

Simple Women


Regia di Chiara Malta

A Natale la piccola Federica viene incitata a guardare l’esecuzione di Ceausescu in tv, finendo vittima di crisi epilettiche. Per fortuna a salvarla ci pensa il cinema. Soprattutto Uomini semplici di Hal Hartley. Ora che è grande e fa la regista incontra casualmente la star Elina Löwensohn, sempre adorata in quel film, e le propone di lavorare insieme. Un’opera ombelicale come tanti esordi finzionali italiani, incapace di guardare oltre al proprio orizzonte, dove l’amore per il cinema si pensa sia sufficiente, sciupando così temi (malattia, idolatria) e situazioni dentro chiacchiere, presunzioni, facili simbolismi (lo specchio rotto, l’atrio chiuso della sala) e derive surreali, nelle quali anche Jasmine Trinca finisce col restare prigioniera di un ruolo esile. Un film pigro e autoreferenziale.

I 400 colpi

PA
7
PMB
5
ADG
4
SE
2
RM
5
EM
7
GAN
5
LP
5
media
5.0
Simple Women (2019)
Titolo originale: -
Regia: Chiara Malta
Genere: Drammatico - Produzione: Italia/Romania - Durata: 85'
Cast: Jasmine Trinca, Elina Löwensohn, Francesco Acquaroli, Marcello Malvica, Jay Natelle, Ozana Oancea, Cosmina Olariu
Distribuzione: Lucky Red
Sceneggiatura: Chiara Malta, Marco Pettenello, Sébastien Laudenbach

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


Intervista a Chiara Malta» Interviste (n° 10/2021)

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy