Smetto quando voglio: Ad honorem di Sydney Sibilia - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 48/2017

Smetto quando voglio: Ad honorem


Regia di Sydney Sibilia

Dopo il secondo capitolo - sottotitolo: Masterclass - avevamo lasciato la banda di laureati di Smetto quando voglio in carcere. Di nuovo. Con un cliffhanger prontissimo per questo Ad honorem, capitolo conclusivo della trilogia: un nuovo villain laureato-dottorato-iperqualificato-disoccupato come loro e come Er Murena, un tristissimo crudelio demon che non si limita a smerciare droga legale concorrente, ma sta per fare sintesi nientepopodimenoche di gas nervino. Lo scopo? Stragista. Così per i nostri soliti ignoti restano due le cose da fare. Evadere. E sventare l’attentato terrorista. Un film leggero, post-tutto, cinefilo e cazzaro, fotografato col solito (insopportabile) filtro da immaginario Instagram, recitato da un gran cast di commedianti gigioni, scritto con un piglio fumettistico che gioca noncurante coi buchi di sceneggiatura, con gli eccessi di inverosimile, con la scontata adesione agli stereotipi. Prendere o lasciare. Ma quel che conquista noi che prendiamo è proprio questa dismisura, la fiducia incredibile (in tutti i sensi) che il film concede ai suoi sfigatissimi protagonisti, il livello di romanticismo che s’eleva da questo macchiettismo, il massimalismo politico e pop del suo slancio: precari come supereroi, la cultura come superpotere, l’arte di arrangiarsi benissimo come quota antropologica da classica commedia del Belpaese. Un divertissement per un popolo di precari, privi di padri che non siano vampiri e incapaci di esserlo, dediti a un’università che non li educa, ma li uccide (cfr. Con il fiato sospeso). Non è una commedia come le altre. È la nostra commedia. Basta essere romantici, basta crederci.

I 400 colpi

AA
5
PA
7
MG
7
FM
4
RMO
7
GS
7
media
6.2
Smetto quando voglio: Ad honorem (2017)
Titolo originale: -
Regia: Sydney Sibilia
Genere: Commedia - Produzione: Italia - Durata: 96'
Cast: Edoardo Leo, Valerio Aprea, Paolo Calabresi, Libero De Rienzo, Stefano Fresi, Pietro Sermonti, Luigi Lo Cascio, Valeria Solarino, Lorenzo Lavia, Neri Marcoré, Marco Bonini
Distribuzione: 01 Distribution
Sceneggiatura: Sydney Sibilia, Francesca Manieri, Luigi Di Capua

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


Smetto quando voglio: ad honorem» streaming (n° 34/2018)

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy