Stay Still di Elisa Mishto - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 26/2020

Stay Still


Regia di Elisa Mishto

Dopo aver bruciato l’auto al ragazzo con cui si era appartata per fare sesso, Julie, madre suicida e padre morto d’infarto, torna nella clinica psichiatrica che l’ha in cura, dove incontra la sua nuova assistente, Agnes, altrettanto problematica. Tra le due nasce un’intesa non priva di speranze e guai. L’opera prima italo-tedesca di Mishto paga un eccesso programmatico e schematico della narrazione, tra simbolismi (i guanti di Julie, il mutismo del personaggio di Battiston, entrambi puntualmente ribaltati nel finale) e un senso geometrico dell’insieme, mentre sarebbero stati apprezzabili sguardo e incedere più anarchici. Ne esce un film più di testa che di emozioni, anche nei momenti trasgressivi (la parentesi surreale della piscina, il lesbismo soft). Brave le interpreti.

Stay Still (2019)
Titolo originale: Still Stehen
Regia: Elisa Mishto
Genere: Drammatico - Produzione: Italia/Germania - Durata: 90'
Cast: Natalia Belitski, Luisa-Céline Gaffron, Giuseppe Battiston, Katharina Schüttler, Martin Wuttke, Jürgen Vogel, Kim Riedle, Leslie Malton, Hildegard Schroedter, Ole Lagerpusch
Distribuzione: Istituto Luce/Cinecittà
Sceneggiatura: Elisa Mishto

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy